Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Figlia di padre libanese e madre messicana, nativa San Diego Sacha Boutros, ha frequentato l’Università di San Diego con una borsa di studio atletica e accademica. “Ho giocato a calcio crescendo”, dice. “Ho imparato da Hallricher Jean Willrich.” Ha giocato a calcio semiprofessionalmente per dieci anni.

Ma il suo destino non era il calcio bensì il canto jazz era. Il numero di dicembre 2006 della rivista Riviera l’ ha definita uno dei “migliori artisti musicali che escono da San Diego”. Boutros si è esibito in festival jazz negli Stati Uniti e in Messico. “Ho imparato a cantare con mio nonno in chiesa”, dice.

Lungo la strada, Boutros ha imparato a parlare francese, italiano, spagnolo, inglese e un po ‘di arabo, portoghese e svizzero-tedesco. “Sto sempre imparando”, aggiunge. “Sono di formazione classica, sì, signore, canto l’opera e ho una gamma di quattro ottave.”

Il CD di Boutros Speak Low è uscito nel settembre 2007. “Ha jazz, bossa nova latina, swing e pop. È in cinque lingue [spagnolo, inglese, francese, italiano e portoghese] e presenta Geoffrey Keezer, Red Holloway e Chuchito Valdés , con cui ho scritto una canzone. La metà dell’album è originale. ” Anche sul suo album ci sono i locali Bob Magnusson e Mike Wofford (che un tempo sosteneva una cantante di nome Sarah Vaughan), insieme a Peter Sprague.

Nell’estate del 2008, il suo album Simply Sacha – che includeva anche Magnusson, Wofford e Sprague – è stato il più scaricato di Latin-jazz su emusic.com. Il suo primo tour in Giappone del 2009 è nato dopo aver ricevuto un album dal sassofonista Red Holloway, con il quale era stato prenotato il tour giapponese e che appare su Simply Sacha .

Ha passato gran parte del 2011 in tour estesi da Bruxelles alle Hawaii. Nel settembre dello stesso anno, ha pubblicato il suo album Sacha, Live in Hawaii , registrato di fronte a un pubblico dal vivo il 28 gennaio al Whakiki Hawaii Public Radio Atherton Studio. Più tardi quell’anno, il batterista Gerrick King morì.

La sua terza full-length Sacha: NY After Dark è usito nel luglio 2013. Un nuovo singolo uscito nel 2015, “A Love Song” (con Peter Sprague), è stato il suo primo disco country, coprendo un motivo reso popolare da Anne Murray nel 1970. Sacha Boutros : Voce
Paolo Palopoli : Chitarra
Aldo Capasso : Contrabbasso